MENU / OPERE SU CARTA

QRcode

GPC-0006

Inchiostro nero su carta quadrettata

40 x 27 cm

Collezione Baldassarre

Su un foglio di carta quadrettata, una griglia delineata a inchiostro nero si sovrappone alla trama prestampata.
Un disegno si inscrive nell’altro, una trama si alterna all’altra; il tracciato nero si limita a constatare quello preesistente: “La carta quadrettata attendeva questo tipo d’intervento, non potevo che adattarmi al ‘suo’ disegno”
1.
L’opera appartiene a una limitata serie di varianti realizzate nello stesso anno, che si distinguono per la scansione della griglia e per il numero delle unità che la costituiscono (cfr. GPC-0006, GPC-0007, GPC-0008). In questo caso, la griglia conta venti file di sedici unità ciascuna; il singolo modulo è costituito da 3 x 3 quadratini prestampati.
In tutte le versioni, il disegno della griglia resta aperto verso l’esterno, a indicare una potenziale continuità o estendibilità; lo stesso principio guiderà più tardi, nei lavori di grande formato, i disegni di riquadri delineati sulla parete.

1 L’artista citato in G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, p. 23.

G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, ripr. n. 7 p. 23 (con misure invertite “40 x 27 cm” e proprietà “Lisson Gallery, Londra”); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019.
M. Bandini, L'indagine critica al quadro di artisti operanti intorno all'anno sessanta, in “Data”, n. 10, Milano, inverno, 1973, ripr. p. 92 (con misure invertite “40 x 27 cm”).
G. Paolini, Voix off, Éditions W, Mâcon 1986, ripr. p. 54 (con misure errate “50 x 70 cm”).
I. Bernardi, Giulio Paolini. Opere su carta: un laboratorio gestuale per la percezione dell’immagine, Prinp Editore, Torino 2017, pp. 107, 110, 216, ripr. p. 108.
Scheda a cura di Ilaria Bernardi e Maddalena Disch, 24/11/2021