MENU / QUADRI, SCULTURE, INSTALLAZIONI

QRcode

GPO-0001

Bianco di zinco, vinavil e inchiostro su tela

40 x 60 cm

Firmato, titolato e datato al verso, su un riquadro di carta bianca applicato sul telaio in basso a destra: "Giulio Paolini: Disegno geometrico / 1960"; datato sul telaio in alto a destra: “1960”

Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino

Donazione di Anna Paolini Piva, 25 ottobre 2012, n. arch. GPO-0001

Il disegno a inchiostro realizzato con un tiralinee e un compasso sulla tela dipinta di bianco costituisce una convenzionale squadratura della superficie rettangolare. Le diagonali che determinano il centro sono tracciate a inchiostro rosso, mentre le mediane, individuate tramite il compasso, a inchiostro nero. Nella prospettiva di una radicale spersonalizzazione dell’opera, il gesto artistico è limitato all’indicazione delle “condizioni di inquadratura spaziale in cui il quadro potrebbe nascere”1.
“La squadratura geometrica della superficie è un dato di fatto, un’immagine preesistente, anonima e neutra”, dichiara l’artista nel 1972. “Non si poneva come soggetto del supporto su cui la tracciavo, ma era un modo per qualificare il supporto su cui agivo: per qualificarlo come presenza assoluta ed indeterminata, non come veicolo di un’immagine data per sempre. […] Avendo assunto quel tipo di disegno come falsariga universale dello spazio della tela, ho scelto di realizzarlo con la tecnica più appropriata. […] La squadratura della tela segna, tra autore ed opera, delle coincidenze temporali, che non costituiscono un’identificazione diretta, di tramite, ma di pura testimonianza, di rapporto quasi immateriale”
2.
Realizzato nel settembre del 1960,
Disegno geometrico costituisce il momento topico dell'attività artistica vera e propria di Paolini, che prima di questa data aveva sperimentato alcuni tentativi di approccio alla pittura, andati quasi tutti dispersi3.

1 G. Paolini nell’intervista di M. Pistoi in “Marcatrè”, n. 19-22, Milano, aprile 1966, p. 385 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore - Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, p. 145).
2 G. Paolini in G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, pp. 11, 16-17 (ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, a cura di G. Celant, Fondazione Prada, Milano 2003, pp. 58, 74, 78); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019, pp. 11, 16-17.
3 La datazione di Disegno geometrico al 19 settembre, riferita dall’artista in un suo scritto del 1987, costituisce una “licenza poetica” in omaggio alla data di compleanno di sua moglie (cfr. G. Paolini, Ancora un libro, I libri di A.E.I.U.O., Editrice Inonia, Roma 1987, p. 71, ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore – Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, p. 21). Gli unici lavori anteriori al 1960 rimasti conservati sono due piccole opere realizzate rispettivamente nel 1951 [?] e nel 1956 [?], così come un olio su cartoncino datato 21 agosto 1958 (cfr. G. Paolini, Suspense. Breve storia del vuoto in tredici stanze, Hopeful Monster editore, Firenze 1988, ripr. pp. 219-221; Id., Giulio Paolini, Le Nouveau Musée, Villeurbanne 1984, vol. Figures/Intentions, ripr. pp. 8-9, 24).

1965 Torino, Galleria Notizie, Giulio Paolini, dall’11 novembre, citato come esposto, non ripr.
1973 Roma, Palazzo delle Esposizioni, X Quadriennale Nazionale d’Arte. 3: La ricerca estetica dal 1960 al 1970, 22 maggio - 30 giugno, ripr. p. 59.
1976 Parma, Palazzo della Pilotta, Sala delle Scuderie, Giulio Paolini, 11 marzo - 21 aprile, ripr. n. 3, riferimento nel testo di M. Fagiolo pp. 14-15.
1980 Roma, Galleria La Salita, Prime opere, dal 16 maggio, non ripr.
1981 Roma, Palazzo delle Esposizioni, Linee della ricerca artistica in Italia 1960-1980, 14 febbraio - 15 aprile, cat. n. 50, ripr. p. 62.
1984 Villeurbanne, Le Nouveau Musée, Giulio Paolini, 20 gennaio - 18 marzo, vol. Images/Index ripr. pp. 8-9 (rovesciato).
1985-86 Montréal, Musée d’art contemporain, Giulio Paolini, 7 luglio - 8 settembre, itinerante: Vancouver, Vancouver Art Gallery, 29 novembre 1985 - 19 gennaio 1986, stesso catalogo esposizione personale Villeurbanne 1984.
1986 Charleroi, Palais des Beaux-Arts, Giulio Paolini, 15 febbraio - 30 marzo, stesso catalogo esposizione personale Villeurbanne 1984.
1986 Stoccarda, Staatsgalerie Stuttgart, Giulio Paolini, 20 settembre - 2 novembre, citato come esposto vol. 4 p. 51 n. 1, ripr. col. vol. 1 p. 33, ripr. b/n p. 12 e in quarta di copertina (veduta dell’opera in mostra), riferimenti nel testo di G. Inboden vol. 1 pp. 12-17, 19-20, 23, 25-26.
1988-89 Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Giulio Paolini, 24 novembre 1988 - 26 febbraio 1989, citato come esposto p. 95, ripr. col. n. 1 (rovesciato), riferimenti nei testi di A. Monferini p. 8, G. Vattimo pp. 11, 12, S. Vertone p. 16.
1990 Roma, Netta Vespignani Galleria d’Arte, MillenovecentoSessanta, febbraio, ripr. col. n. 10.
1990 Madrid, Centro de Arte Reina Sofía, Memoria del futuro. Arte italiano desde las primeras vanguardias a la posguerra, ottobre - dicembre, citato come esposto p. 512, ripr. col. p. 454, riferimento nel testo di G. Celant p. 186.
2003 Milano, Fondazione Prada, Giulio Paolini 1960-1972, 29 ottobre - 18 dicembre, citato come esposto p. 397, ripr. col. p. 37 (rovesciato).
2010 Rivoli, Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, Exhibition, Exhibition, 21 settembre 2010 - 9 gennaio 2011, citato come esposto p. 41, non ripr.; nell'impossibilità di sospendere l'opera a parete, l'artista ha scelto di esporla su una base di plexiglas trasparente.
2020-21 Rivoli, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Giulio Paolini. Le Chef-d’œuvre inconnu, 15 ottobre 2020 - 16 maggio 2021, vol. 1: citato come esposto p. 78, ripr. col. pp. 16-17, 18-21 (vedute dell’opera in mostra), riferimenti nei testi di C. Christov-Bakargiev pp. 37, 39, M. Beccaria pp. 47, 50.
Estratti da una conversazione con G. Celant riportati in G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, pp. 11, 15-16, 17 (ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, a cura di G. Celant, Fondazione Prada, Milano 2003, pp. 58, 74, 78); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019.
G. Paolini, nota alla riproduzione di Disegno geometrico in Giulio Paolini. Atto unico in tre quadri, catalogo della mostra, Studio Marconi, Milano, Gabriele Mazzotta editore, Milano 1979, p. 49 (dichiarazioni riprese da un commento all’opera Glossario, 1975, e dallo scritto Note di lavoro, 1973).
G. Paolini nell’intervista di B. Paulino-Neto, Giulio Paolini, in “Beaux-Arts Magazine”, n. 25, Parigi, giugno 1985, p. 40 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore – Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, p. 215).
G. Paolini, Il luogo della rappresentazione, in “Quaderni di Teatro”, a. VIII, n. 31, Firenze, febbraio 1986, p. 66 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore, cit., Lugano 1995, pp. 203-204).
G. Paolini, Un giorno o l’altro, in Id., Ancora un libro, Editrice Inonia, Roma 1987, p. 71 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore, cit., Lugano 1995, p. 21).
G. Paolini nell’intervista di A. Zevi, Se l’allestimento della mostra è un autentico progetto, in “Corriere della Sera”, Milano, 18 dicembre 1988, p. 22 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore, cit., Lugano 1995, pp. 247-248).
G. Paolini nell’intervista di A. Trimarco (1992 ca.), ripubblicata in A. Trimarco, L’arte e l’abitare, Editoriale Modo, Milano 2001, p. 29.
G. Paolini nell’intervista di M. Disch (1995), in Giulio Paolini. La voce del pittore, cit., Lugano 1995, p. 296.
G. Paolini nell’intervento al convegno “Dopopaesaggio. Figure e misure del giardino”, Castello di S. Maria Novella, Certaldo, 3-4 febbraio 1996, pubblicato in Dopopaesaggio. Figure e misure del giardino, a cura di M. Scotini e L. Vecere, Associazione Culturale Castello di Santa Maria Novella, Maschietto & Musolino, Siena 1996, pp. 98-99.
G. Paolini, Koh-i-noor, in Giulio Paolini. Von heute bis gestern / Da oggi a ieri, catalogo della mostra, Neue Galerie im Landesmuseum Joanneum, Graz, Cantz Verlag, Ostfildern-Ruit 1998, p. 179 (ripubblicato in Giulio Paolini. Da oggi a ieri, catalogo della mostra, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Hopefulmonster, Torino 1999, p. 35).
G. Paolini nell’intervista di G. Di Pietrantonio, Giulio Paolini. L’enigma della verità, in “Flash Art” (edizione italiana), a. XXXVI, n. 237, Milano, dicembre 2002 - gennaio 2003, p. 71.
G. Paolini in Giulio Paolini 1960-1972, cit., Milano 2003, pp. 15, 261.
G. Paolini, D come Disegno, in Giulio Paolini. Fuori programma, catalogo della mostra, GAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2006, p. 97 (ripubblicato in Id., Dall'Atlante al Vuoto in ordine alfabetico, Mondadori Electa, Milano 2010, p. 45).
G. Paolini nell’intervista di A. Bellini, Giulio Paolini. A Normal Life, in “Flash Art” (edizione internazionale), a. XL, n. 225, Milano, luglio-settembre 2007, p. 117 (ripubblicato in “Flash Art” [edizione italiana], a. XLII, n. 275, Milano, aprile-maggio 2009, p. 67).
G. Paolini, Per un verso o per l’altro. E altro ancora, Edizioni L’Obliquo, Brescia 2007, vol. E altro ancora, pp. 13-15 (estratti dall’intervista di A. Bellini e da una conversazione inedita con M. Panzera, 21 maggio 2003).
G. Paolini nell’intervista di G. Iovane, Il museo senza muse / A Museum with no Muses, in “Janus”, n. 23, Bruxelles, gennaio 2008, p. 65.
G. Paolini, Immacolata Concezione. Senza titolo / Senza autore, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Studio G7, Bologna, Damiani editore, Bologna 2008, p. 21 (ripubblicato in Risonanze #2. Giulio Paolini & Fabio Vacchi, catalogo della mostra, Spazio Risonanze, Auditorium Parco della Musica, Roma, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2008, p. 76).
G. Paolini, L’autore che credeva di esistere, Johan & Levi Editore, Milano 2012, p. 34.
Estratti da una conversazione con A. Madesani riportati in A. Madesani, Teoria delle apparenze, in Giulio Paolini. Teoria delle apparenze. Opere 1969-2015, catalogo della mostra, Galleria Fumagalli, Milano 2018, pp. 7, 9-10 (italiano) / 12, 14-15 (inglese).
G. Paolini nell’intervista di A. Gnoli, Giulio Paolini, in “Robinson”, supplemento del quotidiano “La Repubblica”, 27 gennaio 2019, p. 33.
G. Paolini nell’intervista di M. Francesconi, A. Martini, “L’arte oggi è glamour: manca di interiorità”, in “Corriere della Sera” (edizione Torino), 11 ottobre 2020, p. 10.
G. Celant, Prima della “pittura”, Giulio Paolini, in “Marcatrè”, n. 30-33, Milano, luglio 1967, p. 269, non ripr. (ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, a cura di Id., Fondazione Prada, Milano 2003, p. 204).
T. Catalano, Giulio Paolini 1960-1968: il sillogismo dell’immagine, in “Flash Art”, n. 12, Roma, [ottobre] 1969, s.p., ripr.
G. Brizio, Giulio Paolini ovvero “quam raptim ad sublimia”, in “Graphicus”, a. 52, Torino, ottobre 1971, p. 36, ripr. (rovesciato).
M. Bandini, Intervista a Giulio Paolini, in “Prospects. Note d’arte contemporanea redatte da Luciano Inga-Pin”, n. 1, Milano, marzo-aprile 1972, ripr. s.p. (rovesciato).
G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, pp. 15-17, ripr. n. 1 p. 15 (ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, cit., Milano 2003, pp. 58, 74, 78); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019.
T. Trini, Giulio Paolini, in “Art press”, n. 4, Parigi, maggio-giugno 1973, pp. 14, 16, ripr. p. 17.
N. Orengo, Giulio Paolini. Dipingere la pittura, in “Fuoricampo”, a. 1, n. 2, Torino, giugno 1973, ripr. p. 3.
M. Volpi Orlandini, L’artista dell’avanguardia che piace allo storico dell’arte, in “Bolaffiarte”, a. IV, n. 31, Torino, giugno-luglio 1973, p. 85, ripr. p. 84 (ripubblicato in Giulio Paolini, Università di Parma, Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Quaderno n. 30, Parma 1976, p. 84).
T. Trini, Giulio Paolini, un decennio. Parte seconda, in “Data”, a. III, n. 9, Milano, autunno 1973, pp. 38-40, ripr. p. 39 (ripubblicato in Giulio Paolini, cit., Parma 1976, p. 80).
Paolini: opere 1961/73, catalogo della mostra, Studio Marconi, Milano 1973, ripr. s.p.
G. Contessi, Pittura come progetto, in “Nac”, n. 1, Milano, gennaio 1974, p. 18, non ripr.
I. Calvino, La squadratura, in G. Paolini, Idem, Giulio Einaudi editore, Torino 1975, p. VIII, ripr. p. 5 (ripubblicato in Storia moderna dell’arte in Italia. Manifesti, polemiche, documenti, vol. III: Tra Neorealismo ed anni Novanta 1945-1990, a cura di P. Barocchi, Giulio Einaudi editore, Torino 1992, p. 396, non ripr.; Italo Calvino. Saggi 1945-1985, a cura di M. Barenghi, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1995, p. 1983; Semiotiche della pittura. I classici. Le ricerche, a cura di L. Corrain, Meltemi editore, Roma 2004, p. 226, ripr.).
Didattica, catalogo della mostra, Ente Premio Silvestro Lega, Modigliana 1975, ripr. s.p.
G. Celant, Giulio Paolini, in Senza titolo 1974, Bulzoni Editore, Roma 1976, p. 258, ripr. n. 140.
Arte in Italia 1960-1977. Dall’opera al coinvolgimento. L’opera: simboli e immagini. La linea analitica, catalogo della mostra, Galleria Civica d’Arte Moderna, Torino 1977, ripr. p. 189.
Giulio Paolini, catalogo della mostra, Mannheimer Kunstverein, Mannheim 1977, nota di commento di P. Maenz ed estratti da testi critici p. 16, ripr. p. 17.
Giulio Paolini. Atto unico in tre quadri, catalogo della mostra, Studio Marconi, Milano, Gabriele Mazzotta editore, Milano 1979, ripr. p. 49.
G. Vattimo, La (s)quadratura o la destituzione della presenza, ivi, p. 14.
D. Elliott, Paolini’s early work: language and dialectic, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Stedelijk Museum, Amsterdam 1980, pp. 5, 6, ripr. p. 10, con nota di P. Frey.
Giulio Paolini. Premio Bolaffi 1980, Giulio Bolaffi Editore, Torino 1980, ripr. p. 4 (veduta espositiva Parma 1976, fotomontaggio dell’artista per avere le opere riprodotte in ordine cronologico).
M. Wechsler, in Giulio Paolini. Werke und Schriften 1960-1980, Kunstmuseum Luzern, Lucerna 1981, s.p., ripr. n. 2 e ripr. s.p. (veduta espositiva Parma 1976, fotomontaggio dell’artista per avere le opere riprodotte in ordine cronologico).
C. Ferrari, Giulio Paolini, in Luoghi del silenzio imparziale, catalogo della mostra [In labirinto], Palazzo della Permanente, Milano, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano 1981, p. 109, non ripr.
Documenta 7, catalogo della mostra, D+V Paul Dierichs GmbH & Co KG, Kassel 1982, vol. 1, ripr. p. 183.
R. De Fusco, Storia dell’arte contemporanea, Editori Laterza, Bari 1983, ripr. n. 346.
Il modo italiano, catalogo della mostra, Los Angeles Institute of Contemporary Art, Los Angeles 1984, vol. 1, ripr. p. 118 (didascalia errata).
F. Poli, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Studio Marconi, Milano 1984, s.p., non ripr. (ripubblicato come L’io dell’artista, l’io della pittura, in Id., Giulio Paolini, Lindau, Torino 1990, p. 13).
A. Mammì, I. Panicelli, Giulio Paolini. Bibliografia, in Giulio Paolini. La Casa di Lucrezio, catalogo della mostra, Palazzo Rosari Spada, Spoleto, Grafis Edizioni, Casalecchio di Reno (Bologna) 1984, p. 9, ripr. p. 10 (ripubblicato in Markus Lüpertz, Giulio Paolini: figure, colonne, finestre, catalogo della mostra, Castello di Rivoli, Rivoli 1986, p. 74, non ripr.).
C. Spadoni, Giulio Paolini, in “Figure. Teoria e critica dell’arte”, a. 3, n. 7, Roma, 1984, p. 93, non ripr.
B. Corà, Iceberg Europe - The Crystal Faces of the Italian Face, in The European Iceberg. Creativity in Germany and Italy Today, catalogo della mostra, Art Gallery of Ontario, Toronto, Nuove Edizioni Gabriele Mazzotta, Milano 1985, p. 56, non ripr.
G.B. Salerno, Paolini, prima di ogni quadro, in “Il manifesto”, 15 febbraio 1985, non ripr.
D. Soutif, La transparence du cygne, in Paolini. Melanconia ermetica, catalogo della mostra, Galerie Maeght Lelong, Parigi 1985, p. 22, ripr. (rovesciato).
S. Vertone, Non tutto qui, in Giulio Paolini. “Tutto qui”, catalogo della mostra, Pinacoteca Comunale, Loggetta Lombardesca, Ravenna, Agenzia Editoriale Essegi, Ravenna 1985, pp. 28-29, 30, ripr. pp. 12-13.
M. Bandini, Giulio Paolini: un itinerario critico, ivi, p. 156 (ripubblicato in tedesco in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Staatsgalerie Stuttgart, Stoccarda 1986, vol. 3, p. 8).
L. Busine, Les Doublures de Giulio Paolini, Edition Lebeer-Hossmann, Bruxelles 1986, pp. 23-25, ripr. p. 25.
G. Paolini, Voix off, Éditions W, Mâcon 1986, ripr. pp. 6-7 (veduta espositiva Parma 1976; fotomontaggio dell’artista per avere Disegno geometrico come prima opera all’apertura del libro).
Giulio Paolini. Casa di Lucrezio, 1981-84, scheda monografica, Castello di Rivoli Museo d’arte contemporanea, Rivoli 1987, ripr. (tagliato sui quattro lati).
J.L. Maubant, Giulio Paolini ou l’œuvre fait masque, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Institute of Contemporary Arts, Nagoya 1987, p. 8, ripr. p. 16.
A. Bonfand, Sans titre, in Giulio Paolini. De l’atelier à l’exposition, catalogo della mostra, Musée des Beaux-Arts, Nantes 1987, p. 20, non ripr.
G. Paolini, Suspense. Breve storia del vuoto in tredici stanze, Hopeful Monster editore, Firenze 1988, ripr. p. 13 (veduta espositiva Parma 1976).
B. Corà, Giulio Paolini: “Signore e Signori…”, in Giulio Paolini. Signore e Signori... Un’opera di Giulio Paolini al Museo di Capodimonte, catalogo della mostra, Museo di Capodimonte, Napoli, Electa, Napoli 1988, pp. 13-14, ripr. p. 13.
G. Celant, Giulio Paolini. Tra Telaio e Paolini, Gruppo GFT, Torino 1988, p. 6, ripr. p. 5.
R. Caldura, Giulio Paolini, in Neoclassico. L’attualità: arte, architettura, design, catalogo della mostra, Civico Museo Revoltella, Galleria d’Arte Moderna, Trieste, Marsilio Editori, Venezia 1990, p. 77, non ripr.
F. Poli, Giulio Paolini, Lindau, Torino 1990, pp. 13 (parte I: L’io dell’artista, l’io della pittura), 23-24, 28 (parte II: Note di lettura, ripubblicato in Giulio Paolini. Von heute bis gestern / Da oggi a ieri, catalogo della mostra, Neue Galerie im Landesmuseum Joanneum, Graz, Cantz Verlag, Ostfildern-Ruit 1998, pp. 37, 45), ripr. col. n. 53.
A. Zevi, Giulio Paolini: Le repliche del naufragio / The replicas of the shipwreck, in “L’Architettura”, a. XXXVII, n. 433, Roma, novembre 1991, p. 906, non ripr.
A. Zevi, Three Artistic Generations in Contemporary Italy in Three Artistic Generations in Contemporary Italy, catalogo della mostra, Tel Aviv Museum of Art, Helena Rubinstein Pavilion for Contemporary Art, Tel Aviv 1993, p. 88, ripr. (rovesciato).
F. Pasini, Giulio Paolini. Una mostra lunga un anno, in “Flash Art” (edizione italiana), n. 184, Milano, maggio 1994, ripr. p. 26 (rovesciato).
L. Cherubini, Traguardo dello sguardo, in Giulio Paolini. L’opera in palio, catalogo della mostra, Salone di Palazzo Patrizi, Siena, Maschietto & Musolino, Firenze 1994, p. 9, non ripr.
R. Deidier, La lingua della visione: Calvino e Giulio Paolini, in Id., Le forme del tempo. Saggio su Italo Calvino, Guerini Studio, Milano 1995, pp. 146-149, ripr. n. 1 (ripubblicato in Id., Le forme del tempo. Miti, fiabe, immagini di Italo Calvino, Sellerio editore, Palermo 2004, pp. 126-128, ripr. n. 1).
F. Poli, Giulio Paolini, in Giulio Paolini al Palazzo della Ragione, catalogo della mostra, Salone del Palazzo della Ragione, Padova, Fabbri Editori, Milano 1995, p. 30, ripr. p. 12.
M. Disch, Giulio Paolini. Hors-d’œuvre, in Giulio Paolini. La voce del pittore – Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, pp. 77-80, 88, 92, 132, ripr. n. 6.
Arte povera. Manifeste, Statements, Kritiken, a cura di N. Bätzner, Verlag der Kunst, Dresda 1995, ripr. p. 177.
D. von Drathen, Giulio Paolini. Der blinde Blick des Sehers, in Künstler. Kritisches Lexikon der Gegenwartskunst, serie 33, fasc. 7, Weltkunst-Bruckmann Verlag, Monaco di Baviera 1996, p. 3, ripr. col. p. 4 (rovesciato; ripubblicato in Id., Vortex of silence. Proposition for an art criticism beyond aesthetic categories, Edizioni Charta, Milano 2004, pp. 221-223, non ripr.).
R. Lambarelli, Giulio Paolini, in Contemporary Artists. Fourth Edition, a cura di J. Cerrito, St. James Press, Detroit 1996, p. 891, non ripr.
S. Risaliti, Tout pour moi devient allégorie, in Giulio Paolini. Esposizione Universale, catalogo della mostra, Galleria degli Antichi, Sabbioneta, Danilo Montanari Editore, Ravenna 1997, pp. 31, 33, non ripr.
J. Meinhardt, Ende der Malerei und Malerei nach dem Ende der Malerei, Cantz Verlag, Ostfildern-Ruit 1997, p. 25 (con titolo errato “Un Squadro”), ripr. p. 24.
A. Coulange, La conversion universelle des choses en images, in Id., Giulio Paolini, Carnets de la commande publique, Éditions du Regard, Parigi 1997, pp. 13-14, ripr. col. p. 12 (rovesciato; ripubblicato in Id., L’œil indiscret, L’Harmattan, Parigi 2003, pp. 135-136, non ripr.).
P. Weibel, L’opera di Giulio Paolini: dalla cornice del quadro alle “cornici“ dell’arte, in Giulio Paolini. Von heute bis gestern / Da oggi a ieri, cit., Ostfildern-Ruit 1998, pp. 19, 23, ripr. col. p. 7.
G. Celant, Giulio Paolini, l’infinito finito, ivi, pp. 87, 89 (ripubblicato in Id., Arte Povera. Storia e storie, Mondadori Electa, Milano 2011, pp. 220, 223).
C. Bertola, Il quadro che contiene tutti i quadri, ivi, p. 99.
M. Disch, L’atto espositivo. Appunti sul lavoro di Giulio Paolini, ivi, pp. 113, 153 nota 2.
D. Lancioni, Uno sguardo alla mostra dedicato a Massimo Morini, in Adieu, catalogo della mostra, Ex Chiesa di San Giovanni degli Almadiani, Viterbo 1998, p. 72, non ripr.
G. Verzotti, Aurora, in Giulio Paolini. Padiglione dell’Aurora, catalogo della mostra, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli, Edizioni Charta, Milano 1999, pp. 31-32, non ripr.
P.G. Castagnoli, Qui e altrove, in Giulio Paolini. Da oggi a ieri, catalogo della mostra, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Hopefulmonster, Torino 1999, p. 10, ripr. p. 9.
C. Christov-Bakargiev, Arte Povera, Phaidon Press Limited, Londra 1999, pp. 37, 132, ripr. col. p. 132.
S. Bann, Giulio Paolini, in Rewriting Conceptual Art, a cura di M. Newman e J. Bird, Reaktion Books, Londra 1999, p. 171, non ripr.
J. de Sanna, Forma. L’idea degli artisti 1943-1997, Universitaria Costa & Nolan, Ancona-Milano 1999, p. 110, non ripr.
J. Lund, The Space of Thought, in L’altra figura: Giulio Paolini. Art in Context 3, Museet for Samtidskunst, Oslo 2000, p. 22, ripr. pp. 8, 29 (veduta espositiva Parma 1976).
La pittura in Europa. La pittura italiana, a cura di C. Pirovano, Electa, Milano 2000, vol. 3, ripr. col. n. 994 p. 944.
N. Bätzner, Arte Povera. Zwischen Erinnerung und Ereignis: Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Jannis Kounellis, Verlag für moderne Kunst, Norimberga 2000, pp. 59-61, ripr. col. p. 58.
F. D’Amico, Una generazione, in Immagini. Arte italiana dal 1942 ai nostri giorni, catalogo della mostra, Banca Centrale Europea, Francoforte, Petruzzi Editore, [Città di Castello] 2000, p. 50, ripr.
V. Mauron, Le signe incarné: ombres et reflets dans l’art contemporain, Éditions Hazan, Parigi 2001, pp. 97-101, non ripr.
A. Rorimer, New Art in the 60s and 70s. Redefining Reality, Thames & Hudson, Londra 2001, p. 64, ripr.
D. Lancioni, Giulio Paolini, in Oggi per domani. Cinque artisti contemporanei nella Collezione BSI, catalogo della mostra, Museo Cantonale d’Arte, Lugano, Skira editore, Milano 2001, p. 48, ripr.
M. Disch, Le sette stanze dell’esposizione. L’opera all’opera (l’immagine presunta), in Giulio Paolini. Premio Internazionale Koinè 2000 alla carriera, catalogo della mostra, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Palazzo Forti, Verona, Electa, Milano 2001, p. 52, ripr. p. 48.
C. Gilman, Reconsidering Arte Povera, in Arte Povera: Selections from the Sonnabend Collection, catalogo della mostra, Columbia University in the City of New York, Miriam & Ira D. Wallach Art Gallery, New York 2001, p. 21, ripr.
M. Corgnati, F. Poli, Dizionario dell’arte del Novecento. Movimenti, artisti, opere, tecniche e luoghi, Bruno Mondadori Editore, Milano 2001, p. 391, non ripr.
A. Vettese, Theater als Rahmen, in Giulio Paolini, Eiserner Vorhang, 2002/2003, pieghevole, Museum in Progress, Vienna 2002, s.p., non ripr.
D. Lancioni, Squadratura, quadro, quadrante, in Giulio Paolini: Quadrante. Viaggio intorno a un’idea di esposizione, catalogo della mostra, Villa Medici, Roma, Edizioni dell’Oca, Roma 2002, pp. 55-56, 63, non ripr.
A. Vettese, L’opera autentica, in Giulio Paolini, Fondazione Antonio Ratti, Quaderni del Corso Superiore di Arte Visiva, Como, Edizioni Charta, Milano 2003, p. 26, ripr. p. 30.
F. Poli, Ricerche minimaliste e analitiche, in Arte contemporanea. Le ricerche internazionali dalla fine degli anni ’50 a oggi, a cura di Id., Mondadori Electa, Milano 2003, p. 88, ripr. col.
C. Bertola, Il pescatore di perle, in Giulio Paolini. L’ora X, catalogo della mostra, Fondazione Querini Stampalia, Venezia, Gli Ori, Prato 2004, p. 57, ripr. p. 58.
G. Wendermann, Giulio Paolini, in Dessins de la Collection Paul Maenz Neues Museum Weimar au Fonds régional d’art contemporain de Picardie, catalogo della mostra, Fonds régional d’art contemporain de Picardie, Amiens 2004, p. 76, non ripr.
A. Zevi, Peripezie del dopoguerra nell’arte italiana, Giulio Einaudi editore, Torino 2005, pp. 125, 287, 363, ripr. n. 10 (rovesciato).
G. Di Pietrantonio, I tempi che corrono, in Giulio Paolini. Fuori programma, catalogo della mostra, GAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano), 2006, pp. 15, 16, ripr. p. 16.
A. Tecce, “La purezza della vita è l’arte più alta e vera” (gandhi), in Kiefer e Paolini: ritorno a Capodimonte, catalogo della mostra, Museo di Capodimonte, Napoli, Electa, Napoli 2006, p. 14, non ripr.
B. Corà, La dimensione dell’assenza, in L’immagine del vuoto. Una linea di ricerca nell’arte in Italia 1958-2006, catalogo della mostra, Museo Cantonale d’Arte, Lugano, Skira editore, Milano 2006, pp. 66, 68, non ripr.
E. Volpato, Metamorfosi del vuoto: 1960-2006, ivi, p. 78.
G. Paolini, Quattro passi. Nel museo senza muse, Giulio Einaudi editore, Torino 2006, ripr. p. 9 (rovesciato) e nella tavola n. II (veduta espositiva Parma 1976, fotomontaggio dell’artista realizzato nel 1986 per la sua raccolta di scritti intitolata Voix off).
G. Paolini, Per un verso o per l’altro. E altro ancora, Edizioni L’Obliquo, Brescia 2007, vol. E altro ancora, ripr. p. 13 ill. n. 5.
F. Poli, Arte contemporanea. Dall’informale alle ricerche attuali, Mondadori Electa, Milano 2007, pp. 222-223, non ripr.
M.F. Zimmermann, Angelo Morbelli: le mondine e un autoritratto. Modi di vedere, modi di pensare, in Il colore dei Divisionisti: fonti, tecnica, obiettivi e significati della ricerca pittorica tra Otto e Novecento, a cura di A. Scotti, atti del convegno internazionale di studio “Il colore dei Divisionisti. Tecnica e teoria, analisi e prospettive di ricerca”, Tortona e Volpedo, 30 settembre - 1 ottobre 2005, Tortona 2007, p. 163, ripr. n. 3 p. 162.
G. Di Genova, Storia dell’Arte Italiana del ‘900 per generazioni. Generazione Anni Quaranta, Edizioni Bora, Bologna, 2007, vol. 6.1, pp. 11, 16, 607, ripr. n. 1 p. 11.
M. Panzera, Rilevazioni d’uso: Il titolo “Senza titolo”, in “Bartleby”, a. I, n. 0, Prato, gennaio 2008, pp. 30, 32, non ripr.
G. Iovane, Il museo senza muse / A Museum with no Muses, in “Janus”, n. 23, Bruxelles, gennaio 2008, ripr. col. p. 61.
F. Ponzini, in Arte contemporanea. Anni Sessanta, La Biblioteca di Repubblica - L’Espresso, Mondadori Electa, Milano 2008, vol. 2, p. 131, ripr. col. (con indicazione errata della proprietà).
M. Volpi, La luminosa bellezza del disegno, in Risonanze #2. Giulio Paolini & Fabio Vacchi, catalogo della mostra, Spazio Risonanze, Auditorium Parco della Musica, Roma, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2008, p. 38, ripr. p. 53.
B. Corà, A una duna di luna nuova, ivi, p. 44.
L. Cherubini, Hic et nunc, ivi, p. 60.
M. Disch, Giulio Paolini. Catalogo ragionato 1960-1999, Skira editore, Milano 2008, vol. 1, cat. n. 1, p. 49, ripr. col.
M. Panzera, Il classico: un tessuto di pensieri, in Costanti del classico nell’arte del XX e XXI secolo, catalogo della mostra, Fondazione Puglisi Cosentino, Catania, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2009, p. 118, ripr. col. p. 31 (rovesciato).
G. Iovane, F. Ramos, Oggetti smarriti. Crisi della memoria nell’arte contemporanea, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2009, p. 130 (italiano), 131 (inglese), ripr. col. p. 134 (didascalia p. 132).
R. Ferrario, Giulio Paolini. Un viaggio a distanza, Nomos Edizioni, Busto Arsizio 2009, pp. 31, 33, 34, 38, 76, 79-80, ripr. col. p. 32 (rovesciato).
A. Portesio, “Quello che per il pittore è la squadratura della tela, per lo scrittore è l’incipit”. L’arte di Giulio Paolini raccontata da Italo Calvino. Con un’intervista a Giulio Paolini, in “Avanguardia”, a. 14, n. 40, Roma, giugno 2009, pp. 77, 80, 84, ripr. p. 80.
R. De Fusco, Storia dell'arte contemporanea, Editori Laterza, Bari 2010, ripr. n. 246.
D. Lancioni, Un enigma in prospettiva, in Giulio Paolini. Gli uni e gli altri. L'enigma dell'ora, catalogo della mostra, Palazzo delle Esposizioni, Roma, Skira editore, Milano 2010, pp. 15, 19, 20, 70, 71, ripr. col. p. 14.
B. Schwabsky, Giulio Paolini. Art at room temperature, in "Italia", catalogo d'asta, Phillips de Pury & Company, Londra, 30 giugno 2010, p. 38, ripr. col. p. 39.
L. Conte, Materia, corpo, azione. Ricerche artistiche processuali tra Europa e Stati Uniti 1966-1970, MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Mondadori Electa, Milano 2010, pp. 73, 75, non ripr.
J. Heiser, Le mie parole, e tu? L'arte povera e le sue affinità con il concettualismo internazionale e il romanticismo, in Il confine evanescente. Arte italiana 1960-2010, a cura di G. Guercio e A. Mattirolo, Mondadori Electa, Milano 2010, p. 135, non ripr.
S. Risaliti, Dal tutto al quasi niente. Dall'Atlante al Vuoto, in G. Paolini, Dall'Atlante al Vuoto in ordine alfabetico, Mondadori Electa, Milano 2010, p. 159 nota 8, non ripr.
G. Celant, Arte Povera. Storia e storie, Mondadori Electa, Milano 2011, pp. 48-50 (testo ripreso da Id., Giulio Paolini, cit., New York 1972), 220, 223 (testo ripreso da Von heute bis gestern / Da oggi a ieri, cit., Ostfildern-Ruit 1998), ripr. col. p. 48.
C. Gilman, Ripensando l'Arte Povera, in Arte povera 2011, cit., Milano 2011, p. 91, ripr. col.
C. Gilman, Figuring Boetti, in Alighiero Boetti. Game Plan, catalogo della mostra, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid 2011, p. 136, ripr.
F. Tedeschi, Il mondo ridisegnato. Arte e geografia nella contemporaneità, Vita & Pensiero, Milano 2011, pp. 34-37, 43, ripr. n. 2.
I. Splendorini, Apocryphie, tautologie et vertige de la multiplication. “Se una notte d'inverno un viaggiatore” et l'œuvre de Giulio Paolini, in "Italies. Revue d'études italiennes”, n. 16, Aix-en-Provence, [autunno] 2012, pp. 327, 329, 330, 332, 341-342, ripr. col. p. 328.
A. Detheridge, Scultori della speranza. L'arte nel contesto della globalizzazione, Giulio Einaudi editore, Torino 2012, pp. 34-35, ripr. col. n. 2.
E. Volpato, Iconografie della malinconia, in Collezioni. Volume terzo: Allestimento 2011-2013, a cura di D. Eccher, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Umberto Allemandi & C., Torino 2012, p. 209, non ripr.
G. Iovane, Negative Capability – Paintings, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano), 2013, pp. 23-24, ripr. p. 10 (rovesciato).
Distracting Surface, catalogo della mostra, Künstlerhaus Palais Thurn und Taxis, Bregenz 2013, pp. 15, 53, ripr. col. p. 15.
P. Bonani, Discorso e controdiscorso dell'arte concettuale, in Anni 70. Arte a Roma, catalogo della mostra, Palazzo delle Esposizioni, Roma, Iacobelli Editore, Roma 2013, p. 49, non ripr.
D. Lancioni, Guida pratica alla visita della mostra, ivi, pp. 120, 125.
J. Lageira, Giulio Paolini. Ut pictura poesis, in Id., Regard oblique. Essais sur la perception, La Lettre volée, Bruxelles 2013, p. 85, 87, ripr. pp. 87, 88, 92-93, 97, 98, 99, 118, 120, ripr. p. 88.
T. Migliore, Ritratti “portratti”. Giulio Paolini e l’identikit dell’artista, in L’immagine che siamo. Ritratto e soggettività nell’estetica contemporanea, a cura di M.G. Di Monte, M. Di Monte e H. de Riedmatten, Carocci editore, Roma 2014, p. 125, non ripr.
B. Yasar, “Hypothesis for an Exhibition”, in “Hypothesis for an Exhibition”, catalogo della mostra, Dominique Lévy Gallery, New York 2014, pp. 27, 37, 41, 42, 43, 60, 69, 77, ripr. col. pp. [38], 80-81 (particolare).
L. Conte, Tempo, rastro e transparência. O projeto da Arte Povera, in Limites Sem Limites. Desenhos e Traços da arte povera [Limits without limits. Drawings and traces of Arte Povera], catalogo della mostra, Fundação Iberê Camargo, Porto Alegre (Brasile) 2014, pp. 65-66 (portoghese) / 93 (italiano) / 111 (inglese), ripr. col. p. 66.
B. Schwabsky, L’autore assente, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, MACRO Museo d'Arte Contemporanea Roma, Roma e Whitechapel Gallery, Londra, Quodlibet Edizioni, Roma 2014, pp. 74 (italiano) / 78-79 (inglese), ripr. p. 77.
B. Satre, Giulio Paolini. Essere o non essere, 1994-95 (In collezione, n. 1), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2014, pp. 33, 62-63 (italiano) / 30, 32, 68-69 (inglese), ripr. col. p. 35.
G.L. Marcone, Parole nel vuoto?, in "Titolo", nuova serie, a. IV, n. 8, Perugia, estate-autunno 2014, p. 4, ripr.
E. Franz, “Vedo e non vedo”, in E. Franz et al., Giulio Paolini. Vedo e non vedo (In tema, n. 1), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2014, pp. 23, 25 (italiano) / 24, 26 (inglese), ripr. col. p. 83.
J. Meinhardt, Vedere ed essere visti. Giulio Paolini e lo sguardo, ivi, p. 87 (italiano) / 88 (inglese).
C. Sylos Calò, Al di là del visibile: il disegno italiano tra il 1968 e il 1972, in "Horti Hesperidum", magazine online semestrale, fasc. II, Roma, 2014, p. 236, ripr. p. 251.
E. Trincherini, Giulio Paolini. Delfo (IV), 1997 (In collezione, n. 2), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2015, p. 41 (italiano) / 40 (inglese), ripr. col. p. 45.
G. Gastaldon, Materiali e tecniche: appunti per una storia del quadro che si fa oggetto, in “Senzacornice”, magazine online trimestrale, n. 13, Firenze, giugno-settembre 2015, s.p., ripr. col.
C. Macchi, “Il cavo del pensiero”, drawing as enlightened thought in Arte Povera: exposure and underexposure, in Towards Visibility. Exhibiting Contemporary Drawing 1964-80, a cura di J. Enckell Julliard, Musée Jenisch, Vevey e Roven Éditions, Parigi 2015, p. 140, ripr. p. 140.
J. Meinhardt, Giulio Paolini. Senza titolo, 1961 (In collezione, n. 3), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2015, pp. 41, 59, 61 (italiano) / 42, 58, 60 (inglese), ripr. col. p. 32.
Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969, catalogo della mostra, Peggy Guggenheim Collection, Venezia, Marsilio Editori, Venezia 2016, ripr. col. p. 218.
Giulio Paolini. Expositio, catalogo della mostra, Museo Poldi Pezzoli, Milano, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2016, ripr. p. 12.
D. Viva, La storia in abisso. Letteratura, fotografia e passato, in S. Bann et al., Il passato al presente (In tema, n. 2), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2016, p. 47 (italiano) / 48 (inglese), ripr. col. p. 88 (ripubblicato in francese in “Les Cahiers du Musée national d’art moderne”, n. 137, autunno, 2016, p. 76, ripr. p. 75).
D. Soutif, Filigrane. Paolini, il primo quadro e la storia dell’arte, ivi, pp. 89, 109 (italiano) / 90, 108 (inglese) (ripubblicato in francese in “Les Cahiers du Musée national d’art moderne”, n. 137, Parigi, autunno 2016, p. 76, ripr. p. 75).
Le Temps suspendu, a cura di G. Careri e B. Rüdiger, Presses Universitaires de Lyon, Lione 2016, ripr. col. p. 156.
D. Lancioni, Può un’eccellente opera d’arte contemporanea essere ornamentale o decorativa?, in “Predella. Journal of Visual Arts”, n. 37, Pisa, ottobre 2016, p. 184, non ripr.
S. Risaliti, Ytalia. Energia, Pensiero, Bellezza. Tutto è connesso, in Ytalia. Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso, catalogo della mostra, [sedi varie], Firenze, Forma Edizioni, Firenze 2017, p. 10, ripr. col. p. 10.
L. Conte, Giulio Paolini, ivi, p. 194.
A. Tinterri, Strumenti di ricerca. Giulio Paolini, in “#AImagazine - The Art Review”, n. 76, Parma, estate 2017, ripr. col. p. 14.
L. Conte, Una totalità come “possibile”, in Giulio Paolini, catalogo della mostra, Galleria Christian Stein, Milano 2017, p. 23 (italiano) / 29 (inglese), non ripr.
S. Menegoi, Andata e/o ritorno, ivi, p. 79 (italiano) / 85 (inglese).
I. Bernardi, Giulio Paolini. Opere su carta: un laboratorio gestuale per la percezione dell’immagine, Prinp Editore, Torino 2017, pp. 30, 64- 65, 143, 171, 207, 217, ripr. col. p. 30.
I. Bernardi, Giulio Paolini 1963. Un autore (ancora) sconosciuto, in Arte italiana 1960-1964. Identità culturale, confronti internazionali, modelli americani, a cura di F. Fergonzi e F. Tedeschi, atti della giornata di studio promossa da Museo del Novecento e Gallerie d’Italia, Milano, 25 ottobre 2013, Scalpendi Editore, Milano 2017, pp. 39-40, non ripr.
B. Satre, Arte Povera / Teatro povero, in “Les Cahiers du Musée national d’art moderne”, n. 143, Parigi, primavera 2018, p. 71, non ripr.
E. Grazioli, Infrasottile. L’arte contemporanea ai limiti, Postmedia books, Milano 2018, pp. 72-73, non ripr.
D. Viva, La finzione dell’esordio: Sandro Chia alla Galleria La Salita, Roma 1971, in “Studi di Memofonte”, magazine online semestrale, n. 21, Firenze, 2018, pp. 69, 70, ripr. col. p. 70 (con indicazione errata delle misure “10 x 60 cm”).
A. Sarchi, La felicità delle immagini. Il peso delle parole, Giunti Editore-Bompiani, Firenze-Milano 2019, ripr. col. n. 17.
A. Cortellessa, Arresti domiciliari, in Giulio Paolini. Sale d’attesa, catalogo della mostra, Repetto Gallery, Londra, Magonza editore, Arezzo 2019, pp. 7-8, 11, 18, non ripr.
L. Cherubini, A. Viliani, “La pittura è una storia italiana”. Prima che la pittura ritorni: 1959-1979. Parte seconda, in “Flash Art” (edizione italiana), a. 52, n. 345, Milano, luglio - settembre 2019, p. 31, ripr. col.
F. Stocchi, A proposito del Bello ideale, in Giulio Paolini. Del Bello ideale, catalogo della mostra, Fondazione Carriero, Milano, Koenig Books, Londra 2019, vol. 1 pp. 11-12 nota 1, 14 (italiano) / 33-34 nota 1, 36 (inglese), ripr. vol. 1 p. 13 (veduta espositiva Parma 1976, fotomontaggio dell’artista realizzato nel 1986 per la sua raccolta di scritti intitolata Voix off), ripr. col. vol. 1 p. 30, ripr. b/n vol. 2 p. 3.
L. Skrebowski, Introspezione come estrospezione: la poietica di Paolini, ivi, vol. 1 p. 65 (italiano) / 83 (inglese)
F. Belloni, Giulio Paolini. Disegno geometrico, 1960 (In collezione, n. 6), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2019 (monografia sull’opera).
A. Madesani, Chronicles of Art History between 1965 and 1985, in Artists' Invitations 1965-1985, a cura di B. Tonini, Danilo Montanari Editore, [Ravenna] 2019, p. 25, ripr.
A. Cortellessa, Un appuntamento mancato, in Giulio Paolini / Giorgio de Chirico, a cura di Id., Nino Aragno editore, Torino 2019, pp. 50-51, ripr. col. p. 50.
F. Fergonzi, Una nuova superficie. Jasper Johns e gli artisti italiani 1958-1966, Mondadori Electa, Milano 2019, pp. 173-174, 195-196 (nota 23), non ripr.
F. Tedeschi, Luoghi di transizione. Forme e immagini di “passaggio” fra arte e architettura, Editrice Morcelliana, Brescia 2020, pp. 146-147, 148, non ripr.
H. Dickel, Zeichnen seit 1960. Drawing in the Expanded Field, Edition Metzel, Monaco di Baviera 2021, p. 36, ripr. col. p. 37.
S. Menichini, “La caduta di Icaro” di Giulio Paolini (1981). Uno studio iconografico, in “L’uomo nero, Materiali per una storia delle arti della modernità”, n.s., a. XVII, n. 17-18, Milano, febbraio 2021, pp. 167-169, 176, ripr. p. 168.
Scheda a cura di Maddalena Disch, 23/11/2021