MENU / QUADRI, SCULTURE, INSTALLAZIONI

QRcode

GPO-0012

Tubetti di colore applicati su tavola, cotone da imballaggio, tempera su carta applicata su polietilene

30 x 26 cm

Firmato e datato al verso, sul telaio in basso a destra: “Giulio Paolini / 1961”; dedicato al verso, sul telaio in alto: “ad Albino, 7 dic. 1964”

Collezione privata, Milano

Tre tubetti di colore sono fissati su una tavola coperta con cotone da imballaggio grigio scuro. L’insieme è rivestito con un foglio di polietilene trasparente, sul quale, in corrispondenza dei tubetti, tre piccoli riquadri di carta dipinta a tempera ne visualizzano i rispettivi colori (verde, rosso chiaro, celeste).
L’opera si inscrive nell’indagine intorno alla relazione tra il supporto e un oggetto che per convenzione è preliminare o implicito alla realizzazione di un quadro. Nelle parole dell’artista: “L’esigenza era quella di affrontare il quadro per quello che l’idea di quadro poteva stimolare o proporre. Nel senso appunto di cercare di afferrare il perché della presenza fisica del quadro come oggetto. […] Era il tentativo di dare forma a un’opera senza la mortificazione di vederla compiuta. Senza l’impaccio intimidatorio del significato”
1.
Come attesta l’iscrizione al verso, l’opera fu donata dall’artista ad Albino Galvano che visitò il suo studio nel dicembre del 1964.

1 G. Paolini nell’intervista di N. Orengo in “Fuoricampo”, a. 1, n. 2, Torino, giugno 1973, p. 5 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore - Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, p. 165).

1971 Torino, Galleria Christian Stein, Giulio Paolini, Jannis Kounellis, luglio.
2007 Torino, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Collage/Collages. Dal Cubismo al New Dada, 9 ottobre 2007 - 6 gennaio 2008, citato come esposto p. 340 n. VI.40, ripr. col. p. 223, riferimento nel testo di M.G. Messina p. 206.
2018-19 Milano, Fondazione Carriero, Giulio Paolini. Del Bello ideale, 26 ottobre 2018 - 10 febbraio 2019, ripr. col. vol. 1 pp. 136-137 (veduta dell’opera in mostra), 152, riferimento nel testo di L. Skrebowski vol. 1 p. 62 (italiano) / 80 (inglese).
G. Paolini nell’intervista di N. Orengo in “Fuoricampo”, a. 1, n. 2, Torino, giugno 1973, p. 5 (ripubblicato in Giulio Paolini. La voce del pittore – Scritti e interviste 1965-1995, a cura di M. Disch, ADV Publishing House, Lugano 1995, p. 165).
G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, p. 22, ripr. n. 6 p. 23 (con misure errate “25 x 20 cm” nella didascalia a p. 119; ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, a cura di Id., Fondazione Prada, Milano 2003, p. 100); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019.
Giulio Paolini, Università di Parma, Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Quaderno n. 30, Parma 1976, ripr. n. 8 (con misure errate “25 x 20 cm” nella didascalia a p. 159).
Giulio Paolini. La Casa di Lucrezio, catalogo della mostra, Palazzo Rosari Spada, Spoleto, Grafis Edizioni, Casalecchio di Reno (Bologna) 1984, ripr. p. 11.
Giulio Paolini 1960-1972, cit., Milano 2003, ripr. p. 59.
A. Zevi, Peripezie del dopoguerra nell’arte italiana, Giulio Einaudi editore, Torino 2005, p. 287, non ripr.
Color Chart: Reinventing Color, 1950 to Today, catalogo della mostra, The Museum of Modern Art, New York 2008, p. 86, ripr. col.
E. Volpato, L’Île enchantée. La visione è cieca, in E. Franz et al., Giulio Paolini. Vedo e non vedo (In tema, n. 1), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2014, p. 63 (italiano) / 62 (inglese), non ripr.
M. Disch, Giulio Paolini. Catalogo ragionato 1960-1999, Skira editore, Milano 2008, vol. 1, cat. n. 12, p. 56, ripr. col.
E. Trincherini, Giulio Paolini. Delfo (IV), 1997 (In collezione, n. 2), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2015, pp. 39, 41 (italiano) / 40 (inglese), ripr. col. p. 42.
J. Meinhardt, Giulio Paolini. Senza titolo, 1961 (In collezione, n. 3), Fondazione Giulio e Anna Paolini, Torino, Corraini Edizioni, Mantova 2015, pp. 11 (italiano) / 12 (inglese), ripr. col. p. 14.
I. Bernardi, Giulio Paolini 1963. Un autore (ancora) sconosciuto, in Arte italiana 1960-1964. Identità culturale, confronti internazionali, modelli americani, a cura di F. Fergonzi e F. Tedeschi, atti della giornata di studi promossa da Museo del Novecento e Gallerie d’Italia, Milano, 25 ottobre 2013, Scalpendi Editore, Milano 2017, p. 40, non ripr.
F. Fergonzi, Una nuova superficie. Jasper Johns e gli artisti italiani 1958-1966, Mondadori Electa, Milano 2019, p. 184, ripr. col. p. 182.
Scheda a cura di Maddalena Disch, 23/11/2021