MENU / QUADRI, SCULTURE, INSTALLAZIONI

QRcode

GPO-0015

Collage su cartoncini applicati su tavola dipinta a tempera

49 x 48 cm

Firmato e datato al verso: “Giulio Paolini 1962 3”

Collezione privata, Arosio (Como)

I piccoli riquadri di cartoncino bianco allineati nella parte superiore di una tavola dipinta a tempera bianca prefigurano l’inizio di una sequenza modulare. In corrispondenza di ciascun riquadro è applicato un minuscolo frammento, ritagliato dalla riproduzione fotografica a colori di un’opera di Gastone Novelli nella prima fila e di un’opera di Mario Schifano nella seconda e terza fila.

G. Celant, Giulio Paolini, Sonnabend Press, New York 1972, pp. 26-28, ripr. n. 15 p. 27 (ripubblicato in Giulio Paolini 1960-1972, a cura di Id., Fondazione Prada, Milano 2003, p. 106, ripr. p. 75); reprint Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Milano) 2019.
M. Disch, Giulio Paolini. Catalogo ragionato 1960-1999, Skira editore, Milano 2008, vol. 1, cat. n. 15, p. 58, ripr.
“Hypothesis for an Exhibition”, catalogo della mostra, Dominique Lévy Gallery, New York 2014, ripr. p. 32 (con datazione errata “1962-63”).
F. Fergonzi, Una nuova superficie. Jasper Johns e gli artisti italiani 1958-1966, Mondadori Electa, Milano 2019, p. 175, non ripr.
Scheda a cura di Maddalena Disch, 23/11/2021